PATOLOGIE CAVIGLIA E LESIONI TENDINI PERONIERI

PROBLEMI AI TENDINI E PATOLOGIE CAVIGLIA

TENDINOSI,TENDINITE CAVIGLIA, DISFUNZIONI E LESIONE TENDINE CAVIGLIA

I tendini peronieri sono posizionati dietro il perone a livello della caviglia. Sono essenziali per la stabilizzazione della caviglia e del piede durante la deambulazione e la corsa. In alcuni casi questi tendini possono comportare delle patologie caviglia che analizziamo in questa sede con il prezioso contributo del Dottor Attilio Basile, Specialista in Ortopedia e Traumatologia.

PATOLOGIE CAVIGLIA 

I tendini della caviglia possono infiammarsi acutamente (tendinite) oppure andare incontro ad un processo degenerativo cronico (tendinosi). In altri casi può verificarsi una lesione tendine caviglia. Vediamo insieme per sopracitate patologie caviglia.

TENDINITE ALLA CAVIGLIA

Nel caso della tendinite alla caviglia si ha una formazione liquido reattivo all’interno della guaina dei tendini.In questo caso la struttura microscopica rimane integra.

TENDINOSI ALLA CAVIGLIA

La tendinosi è un processo degenerativo del tendine che ne modifica la struttura. I tendini si ispessiscono e progressivamente degenerano. Microscopicamente le fibre collagene della struttura tendinea “muoiono” e vengono sostituite da altre fibre con caratteristiche meccaniche ed istologiche diverse.

LESIONE TENDINI PERONIERI CAVIGLIA

La genesi delle lesioni dei tendini peronieri, nella maggior parte dei casi, è da sovraccarico funzionale. Spesso si presenta in soggetti sportivi che incrementano rapidamente i carichi di allenamento. Può presentarsi anche quando si eseguono impropriamente gesti atletici o quando si usano calzature non idonee al tipo di attività.
Tuttavia può anche esser presente una predisposizione individuale dovuta ad una particolare morfologia del retropiede (calcagno varo) o può essere conseguenza di una distorsione.
In rari casi questi tendini possono dislocarsi dalla loro sede anatomica dietro il malleolo peroneale. Il paziente avverte uno scatto doloroso in corrispondenza della regione perimalleolare esterna.

LA DIAGNOSI DELLA LESIONE DEI TENDINI DELLA CAVIGLIA

La diagnosi viene fatta sulla base della storia clinica e della visita. Gli esami strumentali utili all’identificazione della patologia sono:

  • La radiografia: Importante per lo studio dell’allineamento delle strutture scheletriche che compongono la caviglia ed il piede
  • L’esame ecografico: Efficace per valutare la struttura tendinea mettendone in rilievo alterazioni morfologiche ed eventuali fissurazioni e/o soluzioni di continuo.
  • La risonanza magnetica (RM): attualmente il sistema più tecnologicamente avanzato di diagnostica per immagini.

Nella maggior parte dei casi le patologie caviglia e, nella fattispecie, le lesioni dei tendini peronieri guariscono con un periodo di riposo e trattamento fisioterapico.
Per quanto riguarda la ripresa delle attività sportive è importante una grande attenzione.  Vanno corretti eventuali errori nell’esecuzione del gesto atletico, va valutato l’eventuale utilizzo di PLANTARI  e quello di calzature idonee.
Da sottolineare il fatto che sarebbe meglio evitare infiltrazioni ripetute con farmaci cortisonici in quanto il cortisone stesso può avere un’azione lesiva sul tessuto tendineo.

QUANDO SI RENDE NECESSARIO IL TRATTAMENTO CHIRURGICO?

Nei casi in cui gli esami strumentali evidenzino fissurazioni lungo il decorso dei tendini o rotture tendinee è necessario ricorrere al trattamento chirurgico.
Nei casi in cui la lesione tendinea fosse causata da un difetto di allineamento del piede e/o della caviglia, potrebbe esser necessario associare una correzione osteotomica della deformità scheletrica.
La rapidità del recupero dipende del tipo di lesione strutturale dei tendini e dal protocollo terapeutico necessario per la cura.