INTERVENTO PROTESI CAVIGLIA | IL PUNTO DI VISTA DEL DOTTOR ATTILIO BASILE

intervento protesi cavigliaIntervento Protesi caviglia

Allevia il dolore e favorisce un movimento regolare“.  Così ha esordito il Dottor Attilio Basile in una recente intervista rilasciata al “Il Corriere della Sera”, incentrata sull’ intervento protesi caviglia. Il Dottor Attilio Basile è Ortopedico impegnato in maniera specifica del trattamento delle patologie del piede e della caviglia.
Ha frequentato i migliori centri specialistici in Italia e nel mondo.
Autore di numerosi articoli di ricerca clinica su riviste nazionali ed internazionali, è relatore ed organizzatore di congressi internazionali di chirurgia del piede e della caviglia. Attualmente lavora presso l’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma e presso la Clinica Pio XI di Roma.

Ma quando bisogna ricorrere a questo tipo di intervento?

La protesi alla caviglia è di fatto una caviglia artificiale impiantata nei casi in cui la malattia artrosica determini la degenerazione irreversibile dell’articolazione. L’intervento di protesi caviglia, oltre ad alleviare il dolore, permette il ritorno al regolare movimento della caviglia.
L’intervento di impianto – spiega il Dr. Attilio Basileè preso in considerazione nei casi in cui il paziente è afflitto da dolore severo e cronico, resistente ai trattamenti fisioterapici e medici, determinando la compromissione delle abituali funzioni.

LA TECNICA CHIRURGICA

La procedura chirurgica può essere eseguita in anestesia loco-regionale. L’incisione viene effettuata anteriormente o lateralmente in base al tipo di protesi. Con strumentario di precisione si rimuove l’articolazione malata, permettendo l’inserimento delle componenti protesiche costituite da leghe metalliche e da un tipo di plastica molto resistente, il polietilene”.
Cosa succede dopo l’operazione? “Viene applicato un tutore o una stecca rigida posteriore per 2-4 settimane. Durante questo periodo il paziente non può mettere peso sulla caviglia operata. Successivamente si segue un protocollo riabilitativo sotto la supervisione di terapista esperto”. 

INTERVENTO DI PROTESI CAVIGLIA | QUANDO SI SCONSIGLIA

Un intervento di protesi alla caviglia è sconsigliato nei pazienti con gravi deformità congenite o acquisite alla caviglia o al piede. Spesso è infatti necessario correggere tali problematiche prima di sottoporre il paziente ad un intervento di impianto protesico.
L’intervento è altresì sconsigliato in casi di infezione all’osso, neuropatie periferiche, vasculopatie periferiche e inadeguata o assente funzione muscolare.
Per approfondimenti, clicca qui

 

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SULL’INTERVENTO PROTESI CAVIGLIA PUBBLICATO DA “CORRIERE SALUTE” IL 5 MARZO 2020